La rappresentanza istituzionale, l’impegno per il sociale

La rappresentanza istituzionale, l'impegno per il sociale
15:29 , 4 dicembre 2011 0
Posted in: News

Tra le molteplici attività istituzionali svolte negli ultimi giorni, ho ritenuto importante partecipare alla presentazione del “Leonardo Express”, treno che collega la stazione Termini con l’aeroporto internazionale di Fiumicino.
Convoglio ferroviario che parte dal binario 24 della stazione Termini e permette ai viaggiatori di ridurre il tempo di percorrenza, oltre ad ottimizzare il raggiungimento della metropolitana romana.
Ho sostenuto attivamente l’impegno che la Regione Lazio ha posto in campo per gli investimenti economici finalizzati nel migliorare la qualità del trasporto pubblico laziale, così come in seguito regolato dal contratto di servizio firmato con le Ferrovie dello Stato Spa e dal protocollo che impegna la regione con la Rete Ferroviaria Italiana, in relazione alla linea Roma-Fiumicino per il “Leonardo Express”.
Ho trovato poi utile l’introduzione dei tornelli contro l’evasione della tariffa e la tecnologia dei nuovi convogli entrati in servizio sulla tratta Roma-Fiumicino, che hanno un’estrema facilità d’incarrozzamento e maggiore spazio a bordo per i viaggiatori.
Elemento, quest’ultimo, che rappresenta un valore aggiunto in termini di confort negli spostamenti, utile per supportare l’industria turistica e il Pil del Lazio che è del 4,4%, un punto percentuale in più rispetto alle altre regioni.
Credo che il servizio approntato sia un segno indiscutibile di progresso perché puntuale, affidabile, sicuro e soprattutto accessibile a tutti i cittadini.
Inoltre, in qualità di vicepresidente della Commissione Pmi e da imprenditrice, trovo che in un contesto economico come quello attuale, sempre più dinamico, competitivo e globalizzato, il fattore tempo si rivela un elemento chiave per fare impresa.
Sono sicura che lo sviluppo infrastrutturale e del sistema produttivo debba necessariamente viaggiare di pari passo, essendo il primo la necessaria premessa del secondo.
L’altro appuntamento al quale non ho voluto mancare è stato quello organizzato dal sindaco di Latina, Giovanni Di Giorgi, che ha riguardato la presentazione di un progetto di grande valenza culturale: “Invictus 2011”.
Un evento che punta a sensibilizzare i giovani sui temi delle disabilità fisiche e intellettive e sui problemi che devono affrontare i disabili.
I dati 2010 riportati nel II Rapporto sui Servizi Sociali ci confermano che nel Lazio i disabili sono 260 mila dei quali 90 mila minori.
Duecento sessantamila mila persone che non possono e devono essere ignorate, che hanno il diritto di vivere in una società amica della disabilità.
La cultura della diversità, la cultura del disabile, legata ai concetti di emarginazione e disagio, deve essere superata da un nuovo modo di intendere la disabilità, che è risorsa umana, morale, sociale, economica e culturale, per questo considero “Invictus 2011” un grande progetto umano, culturale e civile.
Vorrei rilevare, infine, che lo sport è un mix di lealtà, forza caratteriale, valori che afferiscono allo spirito di gruppo, il rispetto e l’integrazione.
Attraverso lo sport, un giovane esprime le proprie passioni, si forma fisicamente e psicologicamente e non è un caso che lo sport ha una consolidata presenza nel mondo dei disabili.
Questo anche grazie al poderoso impegno della Federazione Italiana Sport Disabili.

Gina Cetrone
Vice presidente della Commissione piccola e media impresa della Regione Lazio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *