Battistoni/Cetrone, vince l’agricoltura di qualità

Battistoni/Cetrone, vince l'agricoltura di qualità
19:45 , 5 gennaio 2012 0
Posted in: News

«Ci riempie di orgoglio sapere che un’impresa agricola ‘in rosa’ del Lazio è stata scelta dall’autorevole New York Times come uno dei migliori esempi di multifunzionalità nel settore agricolo». Lo dichiarano in una nota il Presidente della Commissione agricoltura Francesco Battistoni e la consigliera regionale Gina Cetrone in riferimento all’articolo del noto quotidiano sull’azienda ‘La mia Terra’ di Pontinia (Lt), condotta da Tiziana Lauretti in collaborazione con sua madre Iolanda e sua nonna Maria. Nata come ‘contadina’, l’azienda è stata capace di crescere di farsi impresa di successo. «Tutto questo ha un senso – spiega Battistoni – Significa che la nostra agricoltura viene riconosciuta a livello mondiale come eccellente e capace di ‘rinnovarsi’ anche attraverso lo sviluppo del carattere multifunzionale e la creazione di utili servizi utili ai cittadini. Un atteggiamento virtuoso e che la Regione Lazio intende sostenere e incoraggiare». A tal fine la Commissione agricoltura sta lavorando ad alcune proposte di legge in materia di fattorie didattiche, agricoltura sociale e a breve sarà possibile erogare i fondi stanziati dalla legge sui confidi, nata per favorire l’accesso al credito alle aziende agricole.
«Si tratta di un’azienda che va avanti da generazioni e lo fa con un forte protagonismo delle donne – ha sottolineato la consigliera Cetrone. – Il ruolo del genere femminile in agricoltura continua ad avere un importante peso specifico. Anzi – prosegue la consigliera – il più delle volte sono proprio le donne ad intraprendere la sfida di creare nuove aziende o a dar vita ad attività connesse all’agricoltura, come ad esempio, nel caso specifico dell’impresa ‘La mia Terra’, l’agriturismo. La mia soddisfazione – ha sottolineato la Cetrone – deriva anche dal fatto che si tratta di un’azienda del mio territorio; un territorio che ben conosco e che, se trattato con amore, non manca di regalarci suoi migliori frutti».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *