«La Provincia è un Ente Utile»

«La Provincia è un Ente Utile»
12:35 , 8 gennaio 2012 0
Posted in: News, Provincia

La Provincia ente utile a dispetto di quanto è sottinteso nel famigerato decreto “Salva Italia” promulgato dal presidente del consiglio dei ministri Mario Monti, che le considera inutili e fonte primaria di sperpero delle risorse economiche nazionali.
È facile per chi, come noi, ha vissuto gli ultimi otto anni all’interno dell’istituzione provincia testimoniare invece che è un ente super utile, anche per quanto riguarda, ad esempio, i temi dell’occupazione e la soluzione delle crisi industriali, che sono ormai tante anche sul territorio pontino.
Com’è nostra abitudine presentiamo ai cittadini alcuni significativi momenti del sostegno che la Provincia di Latina ha conferito nel 2011 alle 19 vertenze di crisi industriali, che hanno interessato in maniera trasversale i diversi comparti economici: dalla nautica, al commercio per giungere al turismo e terminare con l’agroindustriale e i servizi.
Per inciso evidenziamo che quella in corso è una crisi economica che non ha riscontro storico in Provincia di Latina, e per la quale l’Ente di via Costa ha attivato tutti gli strumenti di sua competenza, con l’obiettivo di rendere meno amaro l’impatto sociale, sostenere con convinzione il reddito delle famiglie e difendere i livelli produttivi e occupazionali.
All’interno di questo quadro e con i pesanti tagli finanziari operati dal Governo centrale e dalla Regione Lazio, la Provincia ha svolto in ogni modo un ruolo attivo, ma anche di supplenza e supporto verso le parti sociali e nei confronti degli organi istituzionali superiori.
«Abbiamo attivato – affermano il presidente Armando Cusani e l’assessore alle crisi industriali Silvio D’Arco – tavoli di partenariato sociale e istituzionale, sia a livello ministeriale che regionale, che ci ha consentito di attivare e velocizzare tutti i canali finanziari e gli incentivi previsti dalle normative in materia di ammortizzatori sociali e di sostegno al credito per le imprese.
Con la cooperazione sociale e istituzionale è stato poi possibile attutire l’impatto sociale e assicurare un minimo di reddito ai lavoratori e alle loro famiglie, anche con i tirocini formativi e le borse lavoro in favore di giovani, donne e dei ceti sociali più deboli.
Sappiamo bene però che gli ammortizzatori e le iniziative sociali poste in campo dalla Provincia di Latina non bastano, e che la crisi produttiva e occupazionale sul territorio pontino rimane a livello di guardia.
Tuttavia abbiamo avuto modo di registrare con soddisfazione la realizzazione di una forte coesione sociale delle organizzazioni sindacali e imprenditoriali, e una solida sinergia istituzionale posta ai diversi livelli di responsabilità.
Siamo sicuri – sostengono il presidente Cusani e l’assessore D’Arco – che un nuovo welfare e un diverso sistema produttivo e sociale che incorpori elementi innovativi e di eccellenza per crescere e competere con convinzione, in Provincia di Latina è possibile.
Abbiamo la netta percezione, suffragata dai numeri, che una rinnovata consapevolezza per il territorio pontino è in atto perché questo mantiene potenzialità inespresse, e che può ancora contare su un’idea di sviluppo che inglobi il comparto turistico e la messa a sistema dei sistemi produttivi come: il chimico farmaceutico, l’agroindustriale, la nautica da diporto e l’agroalimentare di qualità.
Sistemi produttivi riconosciuti da leggi nazionali e regionali, che hanno solo bisogno di essere riorganizzati e finanziati adeguatamente dalla Regione Lazio, e governati non dalla Capitale ma dall’imprenditoria locale.
Nel 2012 – terminano Cusani e D’Arco – la Provincia di Latina ripartirà dal comparto turistico e dai sistemi produttivi locali, per essere, fino all’ultimo giorno utile, una Provincia utile per i suoi cittadini».

Everardo Longarini
Portavoce del Presidente della Provincia di Latina Armando Cusani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *