Razionalizzati gli sportelli Saz della Regione Lazio

Razionalizzati gli sportelli Saz della Regione Lazio
22:35 , 23 febbraio 2012 0
Posted in: News, Regione

Guardando il bicchiere mezzo pieno possiamo affermare che abbiamo strappato al riassetto due sportelli Saz in più di quelli che aveva preventivato per noi l’assessore all’agricoltura

In attuazione degli indirizzi della Giunta regionale, la razionalizzazione degli Sportelli Agricoli di Zona della Regione Lazio, con la firma sulla determina del direttore regionale all’agricoltura, è giunta a compimento.
In base ai criteri individuati dei 48 sportelli in attività 13 sono stati chiusi.
Questi sono: Frosinone, Latina, Pontinia, Priverno, Sezze, Cisterna di Latina, Amatrice, Rieti, Pomezia, Roma Maccarese, Civita Castellana, Ronciglione, Viterbo.
Dopo la nuova pianificazione di sportelli Saz sull’intero territorio regionale ne rimangono in attività 35 di cui, riassumendo, 7 a Frosinone, 5 a Latina, 5 a Rieti, 12 a Roma e 6 a Viterbo.
Nel dettaglio: Provincia di Frosinone (7) Anagni, Atina, Cassino, Ceccano, Ceprano, Pontecorvo e Sora. Provincia di Latina (5) Aprilia, Fondi, Formia, Minturno e Terracina.
Provincia di Rieti (5) Borgorose, Fara Sabina, Magliano Sabina, Poggi Mirteto e Poggio Moiano. Provincia di Roma (12) Bracciano, Cerveteri, Civitavecchia, Colleferro, Fiano Romano, Frascati, Nettuno, Palestrina, Palombara, Subiaco, Tivoli e Velletri. Provincia di Viterbo (6) Acquapendente, Bagnoregio, Canino, Capranica, Tuscania e Tarquinia.
Per quanto riguarda la Provincia di Latina, le 5 sedi individuate avranno a disposizione
35 dipendenti regionali. In ogni caso tutto il personale in servizio presso le Saz che saranno chiuse rimane assegnato all’ex Area decentrata Agricoltura ora Area Settore Provinciale Agricoltura di riferimento fino alla riassegnazione ad altra struttura, mantenendo inalterate le posizioni giuridiche ed economiche in godimento.
«Forse – afferma l’on. Gina Cetrone – si poteva egoisticamente strappare qualcosa in più in favore della Provincia di Latina, un territorio che si estende su una lunghezza di 120 chilometri, con migliaia di aziende agricole che rappresentano un dato economico importante per il Pil regionale.
Sulla riorganizzazione degli sportelli Saz, nelle commissioni che si sono svolte dopo la pausa estiva, c’è stata un’ampia discussione, soprattutto alla luce di quanto proponeva la Giunta regionale: tre soli sportelli per provincia.
Al complesso dibattito abbiamo partecipato trasmettendo le nostre perplessità di ridurre a tre sole sedi la presenza in Provincia di Latina degli sportelli Saz.
Argomentazioni recepite dai membri della commissione, che ha permesso di mantenere le sedi di Aprilia, Fondi, Formia, Minturno e Terracina.
Certo, dispiace aver perso i due sportelli di Latina, quello di Cisterna, Priverno e Sezze, ma evidentemente non si poteva chiedere di più a un progetto che partiva con basi estremamente vincolanti.
Vorrà dire che guardando il bicchiere mezzo pieno possiamo affermare che abbiamo strappato al riassetto due sportelli Saz in più di quelli che aveva preventivato per noi l’assessore all’agricoltura».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *