Lotta al parassita psilla lerp, alla batteriosi dell’actinidia, al cinipide: iniziative e proposte della Provincia di Latina

Lotta al parassita psilla lerp, alla batteriosi dell’actinidia, al cinipide: iniziative e proposte della Provincia di Latina
18:23 , 10 marzo 2012 0
Posted in: News

La battaglia al parassita psilla lerp, che sta devastando gli eucalipti dell’agro pontino, è al momento una lotta impari, ma la Provincia di Latina sta mettendo in campo ogni azione utile per contrastarlo.
Già dal 20 luglio dello scorso anno ha avviato una fitta rete di colloqui con il servizio fitosanitario regionale e chiesto, a più riprese, incontri tecnici per concordare le opportune strategie per far fronte alla grave avversità.
Iniziativa che in verità non si è fermata nel ricercare tutte le sinergie istituzionali per stroncare il parassita australiano psilla lerp, ma anche sollecitando la Regione Lazio nell’affrontare i temi legati alla “batteriosi dell’actinidia” e del “cinipide del castagno”, che milioni di euro di danni hanno provocato in Provincia di Latina.
Durante una delle ultime riunioni tra i rappresentati l’Ente di via Costa (assessore all’agricoltura Enrico Tiero e dirigente del settore attività produttive) con i rappresentanti del servizio fitosanitario della Regione Lazio, questi ultimi hanno illustrato le tematiche discusse nel corso di un seminario riguardante la lotta alla psilla dell’eucalipto, che come metodica d’intervento prevede l’esclusione di prodotti chimici.
«Uno studio dell’Università degli studi di Napoli “Federico II” – affermano il presidente Armando Cusani e l’assessore all’agricoltura Enrico Tiero – ha attivato un confronto con il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, finalizzato al rilascio delle autorizzazioni all’importazione del parassitoide specifico denominato Psyllaephagus Bliteus Rieck, antagonista della Psilla dell’eucalipto, già impegnato con successo in programmi di lotta biologica in alcune zone del pianeta.
Purtroppo, a oggi, permangono i divieti posti dalla legislazione vigente per l’importazione di questi organismi. La Provincia di Latina, conscia di tale inibizione di legge, nell’agosto del 2011 ha assunto una delibera di Consiglio e inviato al Ministero delle Politiche Agricole una richiesta di provvedimenti urgenti per far fronte in ogni caso alla grave avversità fitosanitaria prodotta dalla Psilla dell’eucalipto, compreso il superamento del divieto d’importazione del Psyllaephagus Bliteus Rieck.
Ha poi contestualmente richiesto al Servizio Fitosanitario della Regione Lazio di disporre, per quanto di competenza e di concerto con la Provincia di Latina, la formulazione di un programma di difesa e contenimento dell’infestazione.
Ha poi avanzato al Ministero e alla Regione la proposta di attivazione di ogni misura, anche straordinaria, a sostegno del reddito degli apicoltori in difficoltà e contestualmente di affidare alle competenti strutture dell’assessorato all’agricoltura della Provincia di Latina il coordinamento delle relative iniziative.
Il tutto nella consapevolezza di salvaguardare il grande patrimonio di eucalipti piantumati nell’agro pontino – terminano Cusani e Tiero – che sono una caratterizzazione storica, paesaggistica, produttiva e ambientale, oltre ad essere utilizzati come fasce frangivento, per la produzione del miele e fronda verde ornamentale».

Everardo Longarini
Portavoce del Presidente della Provincia di Latina Armando Cusani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *