Scuola: le buone pratiche politiche e amministrative della Provincia di Latina

Scuola: le buone pratiche politiche e amministrative della Provincia di Latina
13:23 , 31 marzo 2012 0
Posted in: News

Il programma per una sapiente gestione delle politiche della scuola prosegue senza soluzione di continuità.
Non anticipando più del dovuto, rispetto alla programmata e ufficiale presentazione dell’ampliamento dell’istituto tecnico statale “Arturo Bianchini” di Terracina, che si terrà lunedì 2 aprile alle ore 10.30, c’è da rilevare che sul tema della gestione delle politiche della scuola la Provincia di Latina, con il suo presidente Armando Cusani e l’intera compagine di governo, ha prodotto una vera e propria svolta in positivo sul sistema scolastico pontino.
Evidenziamo soltanto alcuni passaggi che possono sembrare di secondo piano, ma fanno chiaramente comprendere le fondamenta sulle quali il governo di centro destra ha costruito le iniziative in favore della scuola: l’adesione e la condivisione dell’utenza con studenti, docenti, dirigenti scolastici è sempre stata altissima, mentre le manifestazioni di protesta ridotte al minimo. Tutto questo già a partire dal 2004, anno di insediamento del governo provinciale guidato da  Armando Cusani.
La Provincia di Latina individuò da subito nella centralità della scuola un segmento essenziale per la crescita dell’individuo, la formazione e l’educazione dei giovani per lo sviluppo del territorio.
Il principio di sussidiarietà, costantemente richiamato dal presidente Cusani, si è offerto poi come il “pretesto istituzionale” per soccorrere situazioni di disagio nelle piccole comunità scolastiche e nelle zone più deboli della Provincia.
Impegno che ha investito anche l’Università che, pur non rientrando strettamente e canonicamente nelle cosiddette competenze dell’Ente, ha beneficiato d’interventi finanziari ed economici rilevanti, con l’obiettivo di assicurare alla Provincia di Latina Studi Universitari degni di questo nome.
Insomma, quelli che prima apparivano mondi separati: Provincia e Provveditorato agli Studi-Provincia e Comunità Scolastiche sono entrati in perfetta sintonia, grazie alla stipula di Accordi di programma e di Intese di lungo respiro attraverso i quali sono stati individuati e indicati assi culturali e formativi di ampio respiro e di eccellenza.
Preziose energie sono inoltre state investite nelle continue azioni tecnico-istituzionali volte ad aumentare la qualità del sistema scolastico provinciale, a garantire l’efficienza strutturale degli immobili scolastici di competenza, ad assicurare il diritto allo studio a tutti gli studenti e il diritto al successo educativo e formativo ai più meritevoli.
Una definizione immediata dei risultati raggiunti con gradualità dalla Provincia di Latina in esito ai processi di valorizzazione, riqualificazione e potenziamento dei 50 edifici scolastici di competenza è sinteticamente resa di seguito: 3 poli scolastici di eccellenza: Istituto Agrario “S. Benedetto” di Latina – Istituto Alberghiero “A. Celletti” di Formia – Istituto Nautico “Caboto” di Gaeta; 2 riconoscimenti I.T.S. all’ Istituto Agrario “S. Benedetto” di Latina e all’Istituto Nautico “Caboto” di Gaeta; 1 nuovo Liceo Musicale attribuito all’Istituto “A. Manzoni” di Latina; 1 nuovo Istituto Scolastico realizzato nel Comune di Cisterna di Latina mediante un progetto di project financing.
Un dato ultimo: la Provincia di Latina, per qualità, efficienza e pratiche eco-compatibili è piazzata al 5° posto dopo Trento, Treviso, Bologna e Vicenza.
Alla posa della prima pietra dell’ampliamento dell’istituto “Bianchini”, saranno presenti tra gli altri il sindaco di Terracina Nicola Procaccini e il presidente della Provincia di Latina Armando Cusani.

Everardo Longarini
Portavoce del Presidente della Provincia di Latina Armando Cusani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *