Chiesto dagli agricoltori lo slittamento dell’IMU

Chiesto dagli agricoltori lo slittamento dell’IMU
17:46 , 17 aprile 2012 0
Posted in: Regione

La neve e la pioggia particolarmente violente e in seguito la siccità, oltre ai problemi cronici legati all’usura per il mancato accesso al credito, stanno mettendo definitivamente in ginocchio centinaia di aziende agricole, piccole e grandi, della Regione Lazio.
Per discutere e approfondire ulteriormente i problemi lamentati, questa mattina la Commissione agricoltura ha convocato in audizione i rappresentanti di Cia, Confagricoltura, Fedagri e Coldiretti.
Le parti sociali hanno rilevato come i danni alle colture hanno interessato maggiormente i territori posti in Provincia di Frosinone e a nord di Roma, chiedendo per queste un provvedimento di sospensione per un anno dell’IMU.
Come certamente si ricorderà, in quei giorni le popolazioni e le imprese della Regione Lazio, oltre ai danni causati dal maltempo, subirono anche importanti conseguenze per un devastante black out che fermò per giorni 150mila utenze e molti collegamenti ferroviari e stradali.
La Commissione, nell’immediato, ha intenzione di promuovere iniziative operative affinchè si possa ottenere dal Governo lo slittamento del pagamento dell’imposta IMU per le aziende agricole ricadenti nelle zone in cui è stato accertato lo stato di calamità naturale.
I rappresentanti della Coldiretti presenti in audizione hanno poi sollecitato, con forza, il tema dell’usura di cui sono afflitte molte aziende del settore agricolo.
Da troppo tempo, infatti, la grave crisi di liquidità economica pone a forte rischio tante imprese agricole di andare ad infoltire il già lungo elenco di quelle precipitate nel finanziamento a “strozzo”.
La Coldiretti ha proposto per fronteggiare la già serissima e drammatica mancanza di liquidità di molte aziende agricole, l’utilizzo dei fondi comunitari del Psr, già destinati all’ambiente.
Alla richiesta di Coldiretti ha risposto in tempo reale la nostra direzione regionale, che ha riferito di lavorare affinché alle aziende in crisi siano prestate le dovute garanzie per l’accesso al credito.
Aggiungendo di voler utilizzare 10 milioni di euro di fondi comunitari per il ripristino delle strutture produttive.
La Commissione agricoltura ha inoltre comunicato l’organizzazione, nel breve periodo, di un incontro con Abi e gli istituti di credito.
Fedagri ha invece chiesto alla Commissione e quindi alla Regione Lazio, di attivarsi per ricostruire un dialogo tra le banche e il mondo agricolo, attraverso il sistema delle garanzie.
Per quanto riguarda invece l’altro importante problema lamentato, la siccità, è stata rilevata l’opportunità di un intervento organico e interassessorile teso ad un programma di lavoro che sia in grado di avviare un percorso verso la migliore conservazione delle risorse idriche della Regione Lazio.

On. Gina Cetrone
Consigliere regionale (Pdl)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *