Fitopatia del kiwi. Cetrone: «Ho proposto la costituzione di un tavolo operativo intorno al quale far sedere anche la presidente Polverini»

Fitopatia del kiwi. Cetrone: «Ho proposto la costituzione di un tavolo operativo intorno al quale far sedere anche la presidente Polverini»
11:45 , 18 maggio 2012 0
Posted in: News

Convocati in audizione dal consigliere e componente della commissione agricoltura della Regione Lazio, Gina Cetrone, i produttori di kiwi di Cisterna di Latina.
«Il problema della fitopatia del kiwi, il batterio che sta letteralmente cancellando le coltivazioni della Regione Lazio e in particolare quelle poste sul territorio pontino, – afferma il consigliere Cetrone – è una questione grave perché investe direttamente centinaia di agricoltori e mette a rischio la sopravvivenza di tante aziende che su questa produzione hanno fondato il loro unico reddito.
La Provincia di Latina è poi l’unica in Italia a includere in un unico consorzio di  Tutela Kiwi Latina IGP ben 24 Comuni.
Sul tappeto della discussione tra Regione Lazio e produttori di kiwi il disatteso impegno di sostenere con circa quattro milioni di euro promessi il disastro ancora in corso dello Pseudomonas syringae pv. Actinidiae, somma che se trasferita sosterrebbe  il loro sforzo nel reimpiantare il kiwi estirpato.
L’audizione ha avuto l’intenzione di fare il punto sullo stato dell’arte e sollecitare ulteriormente l’assessore Birindelli e la Giunta regionale nel rivedere le somme adesso impegnate in favore dei produttori di kiwi, oggi in forte difficoltà economica.
Nel corso dell’audizione ho proposto la costituzione di un tavolo operativo intorno al quale far sedere in primis la presidente Polverini, poi l’assessore Birindelli, a seguire gli assessori regionali e Coldiretti, Cia, Confagricoltura, oltre ai rappresentanti delle categorie interessate alla problematica.
Il tavolo dovrà individuare tutte le strade possibili per giungere a recuperare le somme necessarie da trasferire ai produttori di kiwi, eventualmente anche sacrificando una quota parte di quelle assegnate ai singoli assessorati.
Ho inoltre posto l’accento sull’importanza di ripartire le risorse in maniera equa per tutte le aziende che sono rimaste fuori dalla prima suddivisione dei fondi, e stanziare almeno un milione di euro anche per l’anno 2012 da distribuire subito agli agricoltori per il reimpianto della coltivazione.
Ricordo a me stessa che sono 6.000 gli ettari di terreno danneggiati, i danni più gravi li ha ricevuti la Provincia di Latina con l’eliminazione dell’80% del kiwi coltivato, mentre i danni riconosciuti dalla Regione Lazio sono di circa 16 milioni di euro.
Un report della Coldiretti ci illustra, poi, che il kiwi della Provincia di Latina rischia di scomparire se non si individua al più presto una strategia medica, mentre decine di aziende vocate esclusivamente alla coltivazione dell’actinidia sono prossime al fallimento, e tanti lavoratori stagionali rischiano di rimane disoccupati.
Per queste ragioni – termina il Consigliere Cetrone – non possiamo perdere più tempo e dobbiamo tutti insieme trovare soluzioni e finanziamenti in grado di risollevare le malconce condizioni di tante aziende produttrici di kiwi, prima che per molte di queste sia troppo tardi».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *