“Sport in Festa”, taglio del nastro dell’evento affidato al Consigliere regionale Gina Cetrone

“Sport in Festa”, taglio del nastro dell’evento affidato al Consigliere regionale Gina Cetrone
14:35 , 19 maggio 2012 0
Posted in: News

Madrina della quinta edizione di Sport in Festa” di Sabaudia è stata il Consigliere regionale Gina Cetrone, la quale ha tagliato il nastro tricolore di una manifestazione che sempre più entra nella tradizione sportiva della Città delle dune.
«“Sport in Festa” anche quest’anno – afferma il Consigliere Cetrone – si propone come un qualificante momento d’incontro e di confronto tra le diverse associazioni sportive che operano sul territorio, ma anche per diffondere sempre più la pratica dello sport e la cultura a una vita sana.
Sabaudia città dello sport, dunque, per diverse discipline, come la pallavolo che negli anni ’80 ha militato con onore nei massimi campionati italiani, per non parlare del canottaggio e della canoa, discipline durissime sotto l’aspetto psico fisico che hanno raccolto strepitosi successi con gli atleti delle Fiamme Gialle, della Marina Militare, delle Fiamme Oro e del Corpo Forestale, che  hanno vinto campionati italiani, europei, mondiali e numerose medaglie alle Olimpiadi.
Al di là dei risultati agonistici  è necessario sottolineare il valore dello sport come momento di coesione,  solidarietà, socializzazione.
Lo sport praticato a tutti i livelli deve essere considerato un vero e proprio percorso costellato di amicizia, incontri, condivisione, attenzione alla salute e allo sviluppo armonioso della persona, rappresentando anche per i nostri ragazzi una straordinaria occasione educativa.
In Regione Lazio siamo impegnati nell’incrementare e sostenere lo sviluppo di questo settore e stiamo ponendo in campo iniziative dirette a snellire le procedure per il riconoscimento della personalità giuridica delle associazioni dilettantistiche, e abbiamo inaugurato una proficua stagione d’incontri con gli operatori del settore in vista dell’elaborazione del “Nuovo Testo Unico in materia di Sport” del quale la nostra Regione ha forte necessità.
Testo normativo che dovrà rappresentare la sintesi di tante disposizioni contenute a macchia di leopardo e in modo frammentato in altri provvedimenti regionali.
Non meno attenzione stiamo rivolgendo ad un altro tema importante che riguarda la salute, pur essendo il nostro Paese all’avanguardia nel campo della Medicina Sportiva il protocollo oggi in funzione in Italia non si è mai evoluto e ci troviamo a fronteggiare un problema legato ad una doppia regolamentazione, differente per quanto riguarda i controlli medici per i professionisti e i dilettanti, con la conseguenza che l’evento morte nello sport ad alto livello è contenuto nei limiti fisiologici, mentre nello sport di base è vero il contrario.
A breve riprenderemo la discussione sulla nuova proposta di legge concernente la medicina sportiva, che ha già avuto parere favorevole dalla commissione competente, questo a rilevare come l’Ente regionale considera lo sport un validissimo strumento per la conservazione della salute, ma che deve assolutamente essere praticato in sicurezza.
L’invito che sento di trasmettere ai giovani, – termina Cetrone – è quello che ogni attività sportiva, anche quella non agonistica, sia sempre praticata con onestà e lealtà, evitando piccole o grandi “scorciatoie” per giungere a facili vittorie.
Perché queste scorciatoie prima o poi presentano il conto, che è quasi sempre molto salato».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *