Cetrone: «Piena fiducia nell’operato del sindaco Magnarelli»

Cetrone: «Piena fiducia nell’operato del sindaco Magnarelli»
18:19 , 18 giugno 2012 0
Posted in: News

L’empasse che attraversa il varo effettivo dell’amministrazione comunale di Sonnino può creare allarme nella cittadinanza, ma posso assicurare che questo è dovuto essenzialmente all’espletamento  di  un certosino lavoro di ricognizione sugli atti prodotti dalle passate amministrazioni comunali da parte del sindaco Lorenzo Magnarelli.
Credo che il percorso intrapreso dal sindaco sia legittimo e sento di condividerlo appieno, perché è importante per tutti i consiglieri, soprattutto per quelli eletti per prima volta e non  conoscono nel dettaglio la situazione amministrativa e di bilancio.
Come devo dire in tutta franchezza di non aver condiviso la sua scelta di nominare vice sindaco una persona che ha espresso soltanto 160 voti, quando la maggioranza rappresentata da cinque consiglieri del Pdl ne ha raccolto 1.700.
Decisione giunta inoltre senza alcuna discussione interna alla maggioranza, che mi ha posto di fronte alla scelta di abbandonare il primo Consiglio comunale.
Al di là di questo accadimento, invito i consiglieri comunali del Popolo della Libertà e del centro destra ad essere fiduciosi del lavoro che sta producendo il sindaco Magnarelli.
Fiduciosi come lo siamo stati tutti durante la campagna elettorale, perché solo facendo fronte comune possiamo far uscire dalla marginalità provinciale e regionale Sonnino.
Vorrei inoltre cogliere l’occasione per ricordare ai cittadini, anche in un momento di difficoltà, che la scelta di candidare a sindaco Lorenzo Magnarelli è stata un’iniziativa da me sostenuta nei confronti dei vertici provinciali del Partito, che non hanno fatto i salti di gioia nell’apprendere anche la mia candidatura a consigliere comunale di Sonnino.
Una candidatura decisa soltanto il 2 aprile alle ore 23.30, quando Magnarelli mi pregava di scendere in campo per sostenerlo direttamente, altrimenti avrebbe rinunciato a guidare la coalizione di centro destra.
A poche ore dalla consegna delle liste sarebbe stato difficile per tutti trovare un altro eccellente candidato a sindaco e compilare una lista di aspiranti consiglieri comunali capace di affrontare e vincere, così com’è stato, la dura battaglia elettorale.
Avrei preferito, come in un primo tempo concordato, rimanere fuori dal Consiglio comunale e collaborare attivamente con il sindaco dai banchi del Consiglio regionale, questo in virtù anche di un’assenza da Sonnino che durava da ben 17 anni e perché nella lista concorrente più rappresentativa c’erano diversi candidati appartenenti alla mia famiglia di origine.
Ma il senso di responsabilità e il tenere a cuore gli interessi di tutti i sonninesi ha fatto evidentemente pendere l’ago della bilancia verso il mio impegno diretto.
Sento inoltre di chiedere a tutti: consiglieri di maggioranza e opposizione di essere collaborativi e costruttivi in questo momento storico perché in Regione Lazio si contano sulle dita di una mano i consiglieri regionali che sono anche consiglieri comunali.
Ancora qualche giorno, dunque, poi il sindaco Magnarelli spiegherà a tutti i consiglieri comunali, il lavoro svolto in questi 30 giorni di attività.
Poi ognuno avrà la facoltà di assumere la responsabilità di decidere se continuare la consiliatura oppure far giungere il Commissario prefettizio”.

On. Gina Cetrone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *