Crisi economica e migrazione selvaggia. Il Governo italiano ed Europeo dormono il sonno dei giusti

Crisi economica e migrazione selvaggia. Il Governo italiano ed Europeo dormono il sonno dei giusti
10:55 , 20 aprile 2015 0
Posted in: News

Alla luce dell’ultima tragedia nella quale sono capitati oltre 700 disperati nel Canale di Sicilia, c’è chi annuncia questa mattina di voler puntare le armi verso i barconi dei migranti …
Credo che sia oltremodo giusto puntare le armi sui “barconi”, ma su quelli dove navigano i nostri politici o presunti tali, parolai e demagoghi senza forza contrattuale alcuna nei confronti della Comunità Europea, sempre più avulsa da questi tragici problemi.
Ritengo che al punto in cui siamo giunti il Popolo italiano deve produrre una scossa nei confronti dei propri governanti e a quelli che siedono a Bruxelles; che sia però una scossa tellurica che riporti tutti nell’alveo della legalità e sensibilità nell’affrontare le questioni economiche e emergenziali, dove si salvaguardino i diritti dei cittadini europei e quelli di migliaia cittadini del mondo che stanno fuggendo dalla guerra e dalla fame nera.
Non è più sopportabile che a livello nazionale e internazionale la nostra Patria sia lasciata in balia delle onde a combattere la grave problematica migratoria, e non bastano più neanche le scusanti portate a paragone: in Italia giungono meno migranti che in altre parti del continente europeo, senza però sottolineare che non siamo minimamente attrezzati per una qualsivoglia ospitalità, e che abbiamo in corso una crisi economica senza precedenti.
Se il Governo nazionale non è in grado di dare soluzione ad almeno questi due problemi se ne vada a casa e si ritorni alle democratiche elezioni.
Subito dopo l’approvazione della legge elettorale, si trovi il primo turno libero per richiamare alle urne gli italiani, che liberamente possano scegliersi da chi farsi governare, senza protrarre oltre la farsa di Governi non eletti dai cittadini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *