“I piagnotti”

17:32 , 7 luglio 2015 0
Posted in: News

Non c’è giorno che non ti ritrovi a leggere e ad ascoltare le loro invocazioni all’autarchia, alla purezza della razza, al tradimento di traditori senza cuore che gli hanno fatto perdere l’amata poltrona sulla quale sedevano per difendere gli interessi dei terracinesi, e poi alla fine questa masnada di “piagnotti” che fa?
Chiamano senza indugio e vergogna i “forestieri” per aprire i cantieri del nulla, mentre per quelli che veramente servono ai cittadini scrivono accorate lettere e strazianti appelli affinchè la città sia sollevata dai pesi di opere pubbliche in perdizione.
Si rivolgono, ancora una volta, ad altri e più nobili politici forestieri: quelli che contano veramente e sono capaci di gestire gli interessi dei territori della nostra provincia.
E mentre tutto questo accade, al grido di “forza noi”, lanciano accuse fuori dalla realtà degli accadimenti veri, lasciando scoperta tutta la loro nullità di politici e amministratori che la città ha già rifiutato.
Accuse tutte indirizzate a immaginifici figlientrocchie e per la salvezza del loro presunto grande lavoro svolto (sempre in favore dei cittadini terracinesi).
In ogni modo, nell’attesa che la giustizia faccia il suo corso e ripristini la verità su quanto accaduto negli ultimi tempi, non ci resta che stendere un pietoso velo sulle oscenità ascoltate e lette dai “piagnotti” di professione.

Pantalone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *