Terracina. Per una città veramente pulita. Cetrone: “Questo è il primo punto del mio programma elettorale”

Terracina. Per una città veramente pulita. Cetrone: “Questo è il primo punto del mio programma elettorale”
08:18 , 30 marzo 2016 0
Posted in: News

Il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani è il primo punto del mio programma elettorale, sicuramente il più importante per impegno finanziario e per le ricadute del vivere sociale dei terracinesi.

Un servizio serio e importante che ha comportato in quasi tutte le amministrazioni comunali (di diversa connotazione politica) problemi, non solo legati alla stesura e all’applicazione dell’appalto, ma anche nella gestione dei rapporti con le stesse aziende, visti i contenziosi milionari in essere.

Mai in tanti anni abbiamo avuto raccontato un appalto che venisse, non dico totalmente in favore del cittadino – contribuente, ma che premiasse la loro partecipazione virtuosa a ristoro parziale della tariffa da pagare.

L’unica a crescere in favore delle aziende che si sono alternate nell’espletamento del servizio, e zero in favore del cittadino terracinese.

Sarà per responsabilità di alcuni soggetti – politici e amministrativi –che anche l’ultima assegnazione dell’appalto ha condotto a ridicoli comportamenti, tanto che il vincitore della gara è stato poi escluso con sentenza di un tribunale in favore del secondo classificato e come raccontavamo sopra con l’apertura dell’ennesimo contenzioso milionario.

Non ho la possibilità per una valutazione tecnica e amministrativa per confutare le eventuali responsabilità di tale increscioso accadimento, ma sarà mia cura leggere le carte dell’intero iter che ha portato il magistrato a riassegnare l’appalto.

Senza dilungarmi oltre declino, in sintesi, il primo punto del programma come segue: “Tra le attività essenziali c’è da sostenere, con forza, la raccolta dei rifiuti, senza sbavature da parte di chi è chiamato a gestire il servizio, per Terracina città ma anche per i suoi borghi e frazioni, oltre alla pulizia sistematica delle spiagge e prima e dopo i grandi eventi o festività”.

Potrebbe sembrare una questione pleonastica: assegnazione del servizio, pagamento del pattuito, servizio che viaggia in automatico. Evidentemente fino ad oggi non è stato così. E allora Sì Cambia.

  1. Il servizio deve essere svolto in maniera rigorosa: se le strade si devono lavare tre volte a settimana (ad esempio), questo deve essere fatto. Al Comune e ai cittadini non può interessare se la ditta incaricata ha problemi con il personale, se ha il mezzo che occorre in officina per riparazioni. Il servizio DEVE essere svolto. Il cittadino paga e DEVE essere servito, senza che la ditta possa accampare scuse.
  2. In eguale misura la pulizia deve essere fatta anche per Borgo Hermada, La Fiora e tutti i luoghi del territorio comunale coperti dal servizio.
  3. Il punto di forza della Città: le spiagge, devono essere pulite anche durante la stagione invernale e in maniera sistematica dopo ogni mareggiata importante. Non è possibile che chi passeggia sul lungomare, residente o turista, goda (si fa per dire) di una spiaggia invasa da ogni genere di rifiuti.
  4. I marciapiedi, del lungomare e della città, devono essere costantemente puliti da ogni deiezione animale. In considerazione che tanti conduttori di animali non ha rispetto del decoro e dell’igiene della città, questi vanno sanzionati pesantemente (l’ordinanza c’è).
  5. Si dovrà poi trovare il sistema, anche nel già firmato capitolato di appalto, per premianti forme per i cittadini virtuosi. Di tutti quelli (e ormai sono la stragrande maggioranza) che praticano la raccolta differenziata con diligenza e rispetto dell’ambiente. Le possibilità per uno storno della tariffa se non ci sono si cercano, anche tagliando qualche servizio divenuto nel tempo non più rispondente alle esigenze della città.
  6. Istituire una task force dedicata durante la stagione estiva allo svuotamento dei cestini dell’immondizia posti lungo le strade e le piazze del centro città.
  7. Lavaggio, certo, delle strade e delle piazze durante la stagione estiva e pulizia della pavimentazione dei marciapiedi dai residui delle “gomme da masticare”.

Queste le prime indicazioni che possiamo formulare, nell’interesse di un servizio strategico per Terracina e i suoi cittadini.

 

Gina Cetrone

Candidata a Sindaco

Lista Civica “Sì Cambia”

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *