Terracina. Ma quale teatro verità!!! “La compagnia del copia e incolla e del rapina immagini”

10:19 , 5 giugno 2016 0
Posted in: News

Nelle ultime ore abbiamo assistito alla transumanza d’interi stralci di uno spot promozionale sulla nostra città realizzato dalla Regione Lazio, sversato in una “opera prima” televisiva di una compagine che ha la pretesa di governo.

Negli ultimi minuti leggiamo dell’ennesima reprimenda agli stessi soggetti “copisti”, per un’altra appropriazione: il setacciamento di un testo del “teatro verità” proprietà intellettuale di un vero intellettuale, fatta passare per farina del sacco dell’ex Supremo e dei suoi acculturati sodali.

Il proprietario del testo teatrale – andato in scena al CINEMA nelle ultime ore – scrive sul social:

Serpantibus

 

Premessa: io non voglio fare polemica… tantomeno campagna elettorale… non sono candidato, nessun parente è candidato, troppi amici sono candidati con tutte le liste, ma proprio tutte eh… conosco tutti e tutti mi conoscono… quindi NON c’entra nulla con la politica.


Qui si parla di letteratura e teatro.

Fatto: ho appena visto il video di Nicola (non metto il cognome non per il “silenzio elettorale” né per scortesia… lo chiamo per nome perché ci conosciamo bene e ci diamo del tu).


Nicò io lo so che hai altri ben più grandi pensieri in questo momento e in generale… so che magari chi ti ha “scritto” il testo non avrà fatto in tempo a dirtelo… non credo alla malafede perché non mi sento importante tanto da essere plagiato, però… l’idea, la struttura e anche molte cose scritte sono un mio testo “Le cose di cui siamo fatti noi terracinesi” per uno spettacolo di teatro civile (credimi… lo avevo già fatto al Primo Terracina Book Festival nel 2010); il testo è pubblicato sia sul mio blog, e poi in due miei libri, non ultimo “Mia Terracina” (pure qua non credo al plagio da parte di 
Gianluca… spero almeno che abbia comprato il libro! 😂).

L’ultima volta l’ho portato in scena a Terracina due estati fa… ma era la Festa dell’Unità quindi ci credo che non è un plagio 😂! Oppure Alessandro ha fatto la spia e ti ha scritto lui il testo!

Allora è proprio vero: chi ama la città la difende.

Ma chi difende però la verità?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *