Terracina. “L’ombrellone gossiparo”

Terracina.
15:58 , 29 luglio 2016 0
Posted in: Provincia

La stagione estiva è eccitante per diversi ordini di fattori, non per ultimo quello del “Gossip” … senza freni inibitori.

Un’attività ricreativa che sotto la canicola, specialmente ad agosto, riesce ad acculturarti sui fatti e sui misfatti cittadini.

Sotto l’ombrellone piantato sulla mia spiaggia preferita, ho per quest’attività una schiera di amiche sempre pronte a raccontare quello che accadrebbe in città.

Amiche che sono in grado di formulare anche analisi politiche e sociologiche di alto livello, alla faccia degli specializzati dei relativi settori.

Al riparo dal solleone e con un venticello confortante i discorsi delle mie amiche di “Gossip” s’intrecciano con le vicende di “Palazzo”, tutte condite con molti si dice.

Mi si racconta con piglio sicuro, ad esempio, che la partecipazione del sindaco al convegno organizzato dai Fratelli d’Italia in quel di Arezzo è un fatto di geopolitica eccelsa.

Seduto alla destra dell’onorevole Meloni, il sindaco, avrebbe disquisito sulle motivazioni per le quali lui e il partito di appartenenza diranno No alla riforma costituzionale di Renzi.

Con la forbita e riconosciuta oratoria avrebbe annullato le resistenze dei fautori del SI’, assopendosi subito dopo sul piacevole pensiero di aver fatto un passo importante per una candidatura onorevole.

Sarà anche “Gossip” stagionale e profondamente errato, ma a ben riflettere dopo aver tolto la fascia tricolore all’ex vice sindaco affidandola alla fedelissima Tintari, la mia amica nel pensare questo forse commette un grave peccato, ma la “parata” sembra essere quella giusta.

La fedeltà dell’attuale vice sindaca potrebbe essere utile al sindaco nel momento in cui qualcosa di fatale potrebbe accadere e non perché Lui non abbia fiducia nell’ex vice sindaco. Ci mancherebbe!

Altre e più argute riflessioni gossipare mi portano poi a disquisire con le mie amichette  di un prossimo cataclisma in giunta: la cacciata, si dice, di ben 4 neo assessori.

I nomi al momento non è stato possibile conoscere (tanto l’uno vale l’altro) ma rimaniamo  in trepida attesa di conoscerne gli sviluppi.

Parliamo, ci accapigliamo ma qualche volta le mie amiche dell’ombrellone gossiparo riescono anche a essere propositive.

A una di esse l’altro giorno è capitato, pur avendo l’abbonamento annuale al parcheggio nelle strisce blu, di beccare una multa.

La motivazione è stata che non esponeva il relativo cartellino autorizzatorio sul cruscotto dell’auto.

Mi diceva imbufalita: ma come, stiamo nell’era del whatsapp per le più disparate esigenze di comunicazione, mentre il Comune di Terracina, con quello che incassa per i parcheggi a pagamento, non riesce a realizzare un’app in grado di individuare telematicamente gli automobilisti che la sosta l’hanno pagata.

Ma non è che il Comune è fermo alla preistoria digitale?

Buone vacanze.

 

 

 

Gina Cetrone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *