“Il bello dei tramonti terracinesi … la spiaggia zeppa di sassi”

“Il bello dei tramonti terracinesi … la spiaggia zeppa di sassi”
17:40 , 25 maggio 2017 0
Posted in: News

“D’estate le mani del vento muovono invisibili fili nell’aria, che uniscono le onde, i capelli, i pensieri”.

Foto e sensibilità poetica postati da Fabiana Colombo su facebook, da condividere senza nessun retropensiero.

L’unico fatto che ci lascia perplessi nell’immagine pubblicata è che dopo l’ultimo nefasto ripascimento della spiaggia, una volta dorata e decantata da ben altri viaggiatori e poeti, resta un informe acciottolato che l’ha devastata, naturalmente con l’indifferente complicità degli amministratori pubblici che si sono succeduti, che nulla hanno fatto per eliminare il gravissimo danno ecologico.

Un’accidia che giustamente non risparmia gli amministratori in carica da cinque anni, i quali non sono stati in grado di avviare nessun percorso virtuoso per eliminare o lenire in parte il disastro ecologico, che si palesa oggi su tutti e tre i chilometri di costa cittadina.

Di tutto questo andare meraviglia il comportamento degli operatori balneari (che pure hanno avuto nella scorsa consiliatura un assessore proveniente dal sindacato di categoria), che mai hanno fatto sentire con forza il disagio di avere un fronte mare impraticabile anche per una passeggiata, se non muniti di scarpe con suola di “ferro.

Nessun richiamo dunque su questa vicenda alla terracinesità perduta.

Nessun richiamo dunque ad un immediato alzare le barricate (come quelle promesse in campagna elettorale per un improbabile allevamento di cozze).

Nessuna petizione popolare dunque a  difesa dell’economia turistica di Terracina, da inviare alla Regione Lazio o al Governo Centrale.

Niente di niente, dunque:ieri, oggi e forse anche domani e dopodomani.

 

Gina Cetrone

Movimento politico “Sì Cambia”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *