Elezioni comunali 2017. L’analisi politica dell’onorevole Francesco Giro

Elezioni comunali 2017. L'analisi politica dell'onorevole Francesco Giro
16:46 , 12 giugno 2017 0
Posted in: News

Sto raccogliendo, come immagino staranno facendo tutti i miei colleghi del territorio, i dati elettorali del Lazio, delle sue province e di quella di Roma in particolare. E voglio subito dire che chi ha vinto ha sempre ragione e chi ha perso non dico abbia torto marcio ma minori ragioni da accampare. Ebbene in base ai risultati io ho sbagliato a non ammorbidirmi sulla città di Ladispoli anche se la soluzione finale e’ stata di ripiego e frutto di una estrema mediazione interna al partito che io ho condiviso solo in parte e che comunque non rinnego perché ha coinvolto una donna che ammiro generosa coraggiosa e appassionata. Grazie Franca Asciutto per ciò che sei riuscita a fare in poco tempo e senza grandi aiuti. Detto questo non posso non stigmatizzare la condotta di chi ha preferito, senza mai spiegarmene le ragioni politiche di fondo, scegliere all’ultim’ora di sostenere le liste della sinistra post comunista abbandonando di fatto le fila di forza Italia dove ricopriva ruoli di assoluto prestigio. Prendo atto di tutto questo non da oggi ma pagandone oggi un prezzo in termini di amicizia e stima personali assai alto. Al mio coordinatore provinciale Adriano Palozzi dico solo una cosa: su Ladispoli avevi ragione tu. Intelligenti pauca. Non ho bisogno di aggiungere altro. Ma e’ pur vero, e lo ripeto senza alcuna reticenza, che si poteva per Ladispoli giungere ad una scelta condivisa e “terza” che sanasse antiche -e per me legittime perplessità – e rilanciasse il centrodestra unitario. Così non e’ stato. Tuttavia il
Risultato che abbiamo di fronte e’ chiaro e ora e’ nostro dovere morale oltre che politico spendere ogni nostra energia per far vincere Alessandro Grando che con una battuta potrei dire che e’ stato “grande”. Si può vincere si deve vincere e vinceremo! Avremo così uno dei sindaci più giovani d’Italia alla guida di un comune fra i più importanti del litorale romano e avremo anche strappato finalmente alla sinistra post comunista l’amministrazione di Ladispoli. Queste elezioni non hanno tuttavia riguardato solo questa città ma molti altri centri importanti del territorio laziale. Strepitosa la vittoria al primo turno a Frosinone unico comune dove il centrodestra non avrà bisogno di attendere il Secondo turno. Un primato meraviglioso reso possibile dal sindaco uscente Ottaviani e dal grande lavoro del coordinamento provinciale del nostro movimento guidato da Pasquale Ciacciarelli e dall’indomito lavoro di Mario Abbruzzese, Grazie.
A Rieti secondo capoluogo di provincia del Lazio dove si votava il nostro eroico e carismatico Cicchetti ha costretto al secondo turno il sindaco uscente del Pd e vincerà alla grande. Ne sono certo. Nella provincia pontina Forza Italia e molte liste civiche del centrodestra confermano la loro forza e il loro radicamento nonostante il formidabile attacco mediatico giudiziario di questi mesi che ha colpito uno dei nostri emblemi sul territorio il nostro Armando Cusani che io ricordo ogni giorno con nostalgia e ammirazione. Infine tornando a Roma e alla sua provincia non posso che concludere ringraziando il coordinatore provinciale Adriano Palozzi. Alcuni risultati non ci hanno premiato ma globalmente forza Italia c’è, esiste e resiste e il centrodestra se unito vince ovunque senza problemi essendo crollato e essendosi dissolto come neve al sole il potere di interdizione dei 5 Stelle. Ora il nostro compito e’ sostenere ovunque i candidati del centro e centrodestra ai ballottaggi ovunque essi siano. Penso ad esempio a Fontenuova. A Ladispoli come a Cerveteri nonostante fossimo uniti il risultato non ci ha premiato ma ci siamo e non dobbiamo mollare. A Tarquinia e’ una sfida tutta interna al nostro perimetro! Concludo con un ulteriore ringraziamento ad Antonello Aurigemma instancabile combattente e al nostro coordinatore regionale Claudio Fazzone generoso e sopratutto un azzurro nel cuore e ciò per me conta moltissimo. Grazie anche a Gasparri e Aracri. Ora Avanti uniti!

Francesco Giro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *