Biografia

Gina Cetrone

 

A Terracina Gina Cetrone c’è nata e ha frequentato le scuole: dalle elementari alle medie (Istituto San Giuseppe – Suore Orsoline) fino al diploma di ragioneria all’istituto Arturo Bianchini. A Terracina ha sempre avuto l’abitazione della famiglia di origine e personale, e da qualche anno vi svolge anche la sua attività imprenditoriale.
Il percorso politico – amministrativo si può riassumere come segue.
Il 6 luglio del 2009, per la consultazione elettorale provinciale, segna il suo debutto sulla scena politica con la lista del Popolo della Libertà nella circoscrizione di Priverno e Roccagorga: in pochi giorni di campagna elettorale raccoglie oltre 700 preferenze. In seguito il neoeletto presidente della provincia di Latina, Armando Cusani, gli assegna la delega alla valorizzazione dei prodotti locali, marketing e promozione territoriale. Viene così in contatto con le eccellenze produttive della provincia di Latina guidandole nel percorso di promozione e anche in diversi appuntamenti fieristici d’importanza nazionale e internazionale. Dal marzo 2010 al gennaio 2013 ricopre, in quota Pdl, la carica di Consigliere regionale del Lazio, con la responsabilità istituzionale di vicepresidente della commissione piccola e media impresa, commercio e artigianato; vicepresidente della commissione speciale sicurezza e prevenzione degli infortuni sui luoghi di lavoro e componente della commissione agricoltura. Alle elezioni amministrative del 2012 per il rinnovo di sindaco e consiglio comunale a Sonnino, con il solo intento di rafforzare la lista di centro destra, concorre per lo scranno di consigliere, riportando oltre 651 preferenze. Alle regionali del 2013 per “contare” la sua forza elettorale si schiera a supporto di un neonato partito. La campagna elettorale è aspra per l’agguerrita concorrenza e non solo, ma riesce a riportare oltre 4.000 voti: prima donna del centro destra non eletta in Regione Lazio e Lombardia. Quella del 2013 è stata un’esperienza utile, che ha permesso a Gina Cetrone di comprendere meglio il mondo politico pontino, affollato da tanti “Giano Bifronte”. Negli ultimi tre anni, senza alcun incarico politico e amministrativo, ha continuato l’attività di ascolto e sostengo dei cittadini della Provincia di Latina e in particolare per quelli di Terracina. Centinaia, infatti, sono gli interventi a mezzo stampa: dalla sanità al turismo, dai temi ambientali a quelli sociali, solo per citarne alcuni.
Di queste settimane, infine, la decisione di supportare con la lista civica “Sì Cambia” la candidatura a sindaco di Terracina di Gianluca Corradini. Non è certamente un passo indietro rispetto alle attese della vigilia, ma un passaggio in avanti necessario per costruire, nell’unione d’intenti, un gruppo di governo capace di gestire al meglio gli interessi della città. Sia ben inteso: un gruppo coeso e disposto a lavorare per il solo bene comune, dove non sono ammesse fughe in avanti o egoismi di parte.